Sanzioni.

Corsi e formazione sicurezza sul lavoro. Scopri i nostri corsi organizzati sulla formazione e sicurezza sul lavoro


Sanzioni

SANZIONI

Omessa valutazione dei rischi:
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 €

Omessa redazione del documento di valutazione dei rischi (DVR)
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 €

Incompleta redazione del DVR: omessa indicazione di quanto previsto
dall’Art. 28 lettere:
a) relazione con i criteri di valutazione,
b) misure di prevenzione e protezione e DPI,
d) procedure sulle misure da adottare e distribuzione dei compiti e delle responsabilità,
f) indicazione delle mansioni esposte a rischi specifici e che richiedono una particolare competenza: riconosciuta capacità professionale, specifica esperienza, adeguata formazione ed addestramento.
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 €

Mancato aggiornamento delle misure di prevenzione in relazione ai
mutamenti organizzativi e produttivi
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 €

Mancata nomina del Responsabile del Servizio di Prevenzione e
Protezione
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 5.000 a 15.000 €

Mancata redazione/aggiornamento del DVR in collaborazione con il
RSPP e del medico competente, senza consultazione del RLS, in
occasione di modifiche del processo produttivo/organizzativo, infortuni
significativi, o su richiesta del medico competente
Ammenda da 3.000 a 9.000€

Redazione del DVR senza indicare: il programma delle misure ritenute
opportune per garantire il miglioramento nel tempo del livello di
sicurezza, il nominativo del RSPP, del RLS interno o di quello
territoriale e del medico competente che ha partecipato alla
valutazione dei rischi
Ammenda da 3.000 a 9.000€

Violazione dei seguenti adempimenti previsti dall’articolo 18:
• mancata nomina degli addetti alle emergenze,
• mancata adozione di cautele per l’accesso a rischio grave e
specifico,
• mancata vigilanza sul comportamento del medico
competente,
• mancata informazione ai lavoratori esposti a rischio grave
ed immediato,
• adibire i lavoratori ad attività in caso di pericolo grave ed
immediato,
• ostruzionismo nei confronti del RLS,
• mancata consegna al RLS del DVR,
• mancata elaborazione del DUVRI,
• mancata consegna al RLS del DUVRI.
Ammenda da 3.000 a 9.000€

Violazione dei seguenti adempimenti previsti dall’articolo 18:
• mancata fornitura dei DPI, sentito il RSPP e il medico
competente,
• omessa adozione delle misure di sicurezza,
• mancata convocazione della riunione periodica nelle unità
produttive che occupano più di 15 lavoratori.
Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 2.000 a 5.000€

Omessa informazione dei lavoratori
Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 800 a 3.000€

Omessa formazione dei lavoratori, dei preposti e del RLS
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 2.000 a 4.000€

Omessa nomina del medico competente
Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 3.000 a 10.000€

Omessa fornitura ai lavoratori del tesserino distintivo nell’appalto e nel
subappalto
Sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 10.000 €

Omessa denuncia all’INAIL degli infortuni sul lavoro che comportino
un’assenza dal lavoro superiore a 3 giorni
Sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 7.500 €

Omessa comunicazione all’INAIL degli infortuni sul lavoro che
comportino un’assenza dal lavoro di almeno 1 giorno, escluso
dell’evento, ai soli fini statistici e informativi
Sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 3.000 €

Omessa comunicazione all’INAIL dei nominativi del RSL
Sanzione amministrativa pecuniaria di 500 €

Omessa nomina di svolgimento diretto dei compiti di RSPP da parte del
datore di lavoro e mancata frequenza al corso di formazione in materia
di sicurezza sul lavoro
Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 1.500 a 6.000€

Le principali sanzioni per le imprese familiari sono:
Illecito Sanzione
Mancata redazione del Piano Operativo di Sicurezza presso cantieri
Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 3.000 a 12.000€
Mancato utilizzo attrezzature in conformi ed utilizzo di idonei DPI
Sanzione amministrativa pecuniaria da 300 a 2.000 €
Omesso utilizzo ed esposizione dell’apposita tessera di riconoscimento
nei luoghi di lavoro nel quale si svolgano attività in regime di appalto o
subappalto
Sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 300 €

Le principali sanzioni per i lavoratori autonomi sono:
Illecito Sanzione
Mancato utilizzo attrezzature in conformi ed utilizzo di idonei DPI
Sanzione amministrativa pecuniaria da 300 a 2.000 €
Omesso utilizzo ed esposizione dell’apposita tessera di riconoscimento
nei luoghi di lavoro nel quale si svolgano attività in regime di appalto o
subappalto
Sanzione amministrativa pecuniaria da 50 a 300 €

Sospensione dell’attività
Secondo le disposizioni del TU gli ispettori possono disporre, in caso di gravi violazioni delle norme antinfortunistiche, la sospensione dell’attività imprenditoriale (art. 14). In particolare questo provvedimento scatterà nei seguenti casi:

• impiego di personale non risultante dalle scritture o da altra documentazione
obbligatoria in misura pari o superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti sul luogo
di lavoro;
• reiterate violazioni della disciplina dei tempi di lavoro, di riposo giornaliero e settimanale
di cui agli articoli 4, 7 e 9 del D. Lgs. 66/2003, considerando le specifiche gravità di
esposizione al rischio infortunio;
• gravi e reiterate violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza, individuate
con DM del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale, sentita la conferenza Stato Regione.

In attesa di decreto, le gravi violazioni che possono portare, in caso di reiterazione, alla sospensione dell’attività imprenditoriale, sono quelle indicate nell’allegato I al TU:

• mancata elaborazione del Documento Unico di Valutazione dei Rischi;
• mancata elaborazione del Piano di Emergenza;
• mancata formazione ed addestramento del personale dipendente e dei responsabili dei
responsabili per la sicurezza e la prevenzione;
• mancata elaborazione del Piano Operativo di Sicurezza (POS);
• mancata elaborazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento;

• mancata nomina del Coordinatore per la progettazione e l’esecuzione

 

Per informazioni e richieste varie potete contattarci a:

info@securgroup.it
Secur Group Srl
Via Spluga, 14
22063 Cantù Como
Tel 031.3515604




Cerchi un corso di formazione ?

Clicca qui e richiedi info, date e orari

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti del sito. Info OK