DURC, chiarimenti e informazioni.

Profondimenti e news sul settore della sicurezza sul lavoro

DURC, chiarimenti e informazioni.

 

 

Il DURC è entrato in vigore il 1° gennaio 2006 ed è un documento che certifica la regolarità contributiva di un' impresa nei pagamenti dei versamenti previdenziali ed assistenziali, nonché in tutti gli adempimenti e gli obblighi previsti dalla normativa vigente.
Il richiedente principale del DURC è l'impresa, anche attraverso i consulenti del lavoro e le associazioni di categoria provviste di delega; sono, altresì, soggetti richiedenti del DURC le Pubbliche Amministrazioni appaltanti, gli Enti privati a rilevanza pubblica appaltanti e le Società di Organismi di Attestazione (SOA).
A riguardo ci si chiede se fosse ammissibile il rilascio del DURC ai lavoratori autonomi partecipanti ad appalti di lavori pubblici. Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, interpretando le norme in vigore ha precisato, con nota del 5 dicembre 2005 prot. 2988 che i lavoratori autonomi artigiani senza dipendenti non sono destinatari del DURC.

Soggetti che lo rilasciano.

Il rilascio della certificazione di regolarità contributiva puo essere effettuato esclusivamente dalle Casse Edili regolarmente costituite dalle parti sottoscriventi l'Avviso Comune del 16 dicembre 2003, che applicano il principio di autonomia contrattuale e di reciprocità.
Nel caso di richiesta della certificazione presentata all'INPS o all'INAIL, i suddetti istituti trasmettono la richiesta alla Cassa Edile competente per territorio, la quale quest' ultima è l'unica autorizzata al rilascio.

Il DURC a quali lavori si applica?

Il DURC dovrà essere rilasciato per quanto riguarda:
1. Gli appalti/subappalti di lavori pubblici in edilizia.
2. I lavori privati in edilizia.
3. L'attestazione SOA.
4. Gli appalti pubblici di forniture.
5. Gli appalti pubblici di servizi.
6. La gestione di servizi ed attività pubbliche in convenzione o concessione.
7. L'iscrizione all'Albo Fornitori, agevolazioni, finanziamenti e sovvenzioni.

Cosa si intende per regolarità contributiva?

Ai fini del rilascio del DURC la Cassa Edile, l'INAIL e l'INPS sono tenuti a verificare la regolarità contributiva dell'impresa. L'impresa si considera in regola quando ha versato i contributi e gli accantonamenti dovuti, compresi quelli relativi all'ultimo mese per il quale è scaduto l'obbligo di versamento all'atto della richiesta di certificazione.



 

Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti del sito. Info OK